Legge 90/2013 seminario tecnico

LA LEGGE 90/2013 DI RECEPIMENTO NAZIONALE
DELLA DIRETTIVA 2010/31/UE
SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

Aspetti tecnici e normativi

Seminario tecnico | mercoledì 2 ottobre 2013 ore 14.30 - 18.30 |
Casa dell'Architettura, piazza Manfredi Fanti 47 - Roma

/ DiPSE / PRESENTAZIONE del SEMINARIO / PROGRAMMA / INVITO / LOCANDINA / DOCUMENTAZIONE /


PRESENTAZIONE del SEMINARIO

Il 1° Agosto è stato convertito in Legge il D.L. n. 63 "Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia”.

I primi tredici articoli della Legge introducono diverse modifiche al D.Lgs. n. 192/2005 per adeguarlo alla Direttiva 2010/31/UE, il cui recepimento era dovuto entro il 9 luglio 2012, ritardo che ha dato luogo ad una procedura di infrazione in sede Unione Europea.

Tra le principali novità introdotte dalla Legge, che sarà successivamente dettagliata da successivi decreti attuativi, citiamo i seguenti temi.

  1. I requisiti minimi di prestazione energetica. I requisiti saranno definiti in base alle valutazioni tecniche ed economiche derivanti dall'applicazione della metodologia comparativa, definita nel Regolamento UE 244/2012

    I punti nei quali si articola la metodologia sono i seguenti:
    • la definizione degli edifici di riferimento,
    • le misure/pacchetti di misure considerate per gli edifici di riferimento,
    • il calcolo dei fabbisogni energetici degli edifici di riferimento, riqualificati con ciascuna delle misure/pacchetti considerati,
    • il calcolo del costo globale,
    • l’analisi di sensitività,
    • la derivazione di livelli ottimali in funzione dei costi.

    A partire dalla metodologia definita dalla UE, l’Italia, al pari degli altri Stati Membri, sta procedendo a individuare i livelli ottimali in funzione dei costi per il proprio parco edifici.

  2. A partire dal 31 dicembre 2018 gli edifici di nuova costruzione di proprietà pubblica o occupati da Amministrazioni pubbliche dovranno essere ad energia quasi zero (nearly Zero Energy Building). Alla definizione di nZEB contribuiranno le modalità di effettuazione del bilancio energetico, in particolar modo il calcolo dell’energia esportata, l’aggiornamento dei coefficienti di trasformazione in energia primaria e la determinazione di altri coefficienti che riguardano la gestione dell’energia esportata.

  3. La metodologia di calcolo della prestazione energetica.
    La Legge di recepimento fa riferimento alle Norme UNI TS 11300 e considera il raffrescamento estivo degli ambienti nel calcolo della prestazione energetica. Questo comporta una particolare attenzione per alcuni aspetti che incidono sul raffrescamento, tra i quali la ventilazione, che va trattata in maniera più approfondita.

Nella attuale fase di grande modificazione legislativa e normativa si è pensato di promuovere una iniziativa per gli iscritti all’Ordine, che tratti i temi principali legati alla applicazione della Legge di recepimento, in modo da preparare i professionisti alle modifiche nell’attività di progettazione e in quella di certificazione, all’atto dell’uscita dei Decreti Attuativi e delle nuove Linee Guida sulla Certificazione Energetica.

Al seminario sono stati chiamati a partecipare esperti del Ministero dello Sviluppo Economico, del Comitato Termotecnico Italiano e di altre Istituzioni Universitarie e di Ricerca, oltre a architetti che operano su tale ambito all’interno dell’Ordine.

Il Seminario, aperto a tutti gli iscritti all’Ordine, oltre che agli altri professionisti interessati, si svolgerà in data 2 Ottobre.


seminario tecnico promosso da

Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia
Consulta per il Progetto Sostenibile e l'Efficienza Energetica