Il Decreto Legge 63/2013 e la normativa regionale di attuazione della L.R. 6/2008

LA LEGGE 90/2013 DI RECEPIMENTO NAZIONALE
DELLA DIRETTIVA 2010/31/UE
SULLA PRESTAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

Aspetti tecnici e normativi

Seminario tecnico | mercoledì 2 ottobre 2013 ore 14.30 - 18.30 |
Casa dell'Architettura, piazza Manfredi Fanti 47 - Roma

/ DiPSE / PRESENTAZIONE del SEMINARIO / PROGRAMMA / INVITO / LOCANDINA / DOCUMENTAZIONE /


PROGRAMMA mercoledý 2 ottobre 2013 ore 14.30 - 18.30

SALUTI
Livio Sacchi
Presidente Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia

RELAZIONE INTRODUTTIVA
arch. Bruno Salsedo
Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia | Sportello consulenze on-line “Progettazione sostenibile e certificazione energetico-ambientale”

Alcuni aspetti della Legge 90/2013:
- la metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche, secondo UNI/TS 11300 e la Raccomandazione CTI 14/2013;
- i prossimi Decreti Attuativi, alla luce del Regolamento Unione Europea 244/2012 di definizione della metodologia comparativa di calcolo per i requisiti minimi di prestazione energetica;
- le disposizioni in materia di edifici a energia quasi zero.
INTERVENTI
Prof. Giovanni Riva
Direttore del Comitato Termotecnico Italiano

L’adeguamento delle UNI/TS 11300, confermate Norme di riferimento dalla L. 90/2013.
- La revisione in corso delle parti 1 e 2.
- L’inserimento del raffrescamento nella determinazione della prestazione energetica, l’adeguamento della Parte 3, con particolare riferimento alla ventilazione.
Lo Studio del Ministero dello Sviluppo Economico: "Applicazione delIa metodologia per il calcolo dei livelli ottimali in funzione dei costi per i requisiti minimi di prestazione energetica" - Sintesi a cura dell'Arch. Bruno Salsedo
- La definizione degli edifici di riferimento rappresentativi del parco immobiliare nazionale.
- Le categorie individuate, le caratteristiche tipologiche e dimensionali, i caratteri tecnologici dell’involucro edilizio e degli impianti.
- Le misure di progetto per gli edifici di riferimento, i calcoli dei fabbisogni energetici, dei costi globali, la derivazione di misure cost optimal.
- I valori ottimali dei parametri energetici di progetto, i costi ottimali e i valori ottimali di energia primaria per gli edifici di riferimento.
Ing. Roberto Moneta
Ministero dello Sviluppo Economico

I risultati dello Studio "Applicazione delIa metodologia per il calcolo dei livelli ottimali per i requisiti minimi di prestazione energetica".
- Il confronto tra i valori ottimali dei parametri energetici di progetto, determinati con la metodologia e gli attuali limiti di legge.
- Il passaggio alla fase applicativa della verifica dei requisiti minimi con l’uso dell’edificio di riferimento o target (artt. 2 e 4 della L. 90/2013).
- La determinazione dei parametri relativi alla prestazione termica (trasmittanze, ponti termici, efficienza impianti ecc.).
Prof. Giuliano Dall’O Presidente del Sottocomitato 1 "Trasmissione del Calore e Fluidodinamica" del Comitato Termotecnico Italiano
Gli edifici a energia quasi zero. Gli aspetti essenziali ai fini della loro definizione e implementazione.
- Le modalitÓ di effettuazione del bilancio energetico.
- I coefficienti di trasformazione dell’energia rinnovabile prodotta in loco in energia primaria.
- Il calcolo dell’energia esportata.

CONCLUSIONI
Arch. Patrizia Colletta
Consigliere Ordine degli Architetti P.P.C. di Roma e provincia,
Presidente della Consulta per il Progetto Sostenibile e l'Efficienza Energetica



Il Convegno riconosce crediti formativi per l'aggiornamento professionale obbligatorio
per gli iscritti all'Ordine degli ArchitettI

seminario tecnico promosso da

Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e provincia
Consulta per il Progetto Sostenibile e l'Efficienza Energetica